• webmaster@tripinroma.com

Archivio mensileMaggio 2019

Giardino degli Aranci

Il Giardino degli Aranci (parco Savello) è dei posti più romantici di Roma, dove le coppie vanno ad ammirare il bellissimo panorama, ammirando dall’alto una buona parte di Roma.

Logicamente sarà molto difficile riuscire a trovare il giardino semi deserto e quindi si consiglia alle coppie in cerca di romanticismo di evitarlo durante il fine settimana e al tramonto.

Il nome, come si può ben immaginare, deriva dai molteplici alberi di aranci presenti (da ricordare che la tradizione vuole che il primo albero di questi frutti venne portato da San Domenico in persona dal Portogallo e piantato nel chiostro della limitrofa Basilica di Santa Sabina.

Il giardino degli aranci è aperto tutti i giorni dalle 7.00 al tramonto e nel periodo estivo fino alle ore 21.00.

Dalla stazione Termini prendere la metropolitana Linea B in direzione Laurentino  e scendere alla fermata Circo Massimo per poi risalire a piedi fino all’Aventino.

COSA VEDERE NELLE VICINANZE

Basilica di Santa Sabina

Circo Massimo

Terme di Caracalla

Bocca della Verità

Roseto Comunale

COSA E DOVE MANGIARE

In zona non sono presenti ristoranti o bar (a parte dei costosissimi venditori ambitati) quindi vi consigliamo di non arrivare nell’orario dei pasti.

BASILICA DI SANTA SABINA

La basilica di Santa Sabina si trova sul colle dell’Aventino  e sorge sulla tomba della Santa.

Per accedervi si passa sotto un portico a pilastri giungendo all’altro dove è conservato il materiale di spoglio della basilica.

Sulla sinistra, attraverso uno spioncino si piò ammirare l’arancio di San Benedetto, che la tradizione vuole essere stato portato dal Santo in persona dal Portogallo.

Nell’atrio è presente un bellissimo portale ligneo del V secolo e costituisce il più antico esempio di scultura paleocristiana.

Vi sono rappresentate scene dell’Antico e del Nuovo Testamento.

L’interno della chiesa è a tre navate con l’abside semicircolare al termine della navata centrale.

L’affresco dell’abside è di Taddeo Zuccari e rappresenta Gesù, gli Apostoli e i Santi sepolti nella Basilica.

La Basilica è molto famosa per i matrimoni e se decidete di visitarla durante il fine settimana mettete in conto che potreste trovarla in modalità “sposalizio”.

COME RAGGIUNGERLA

Dalla stazione Termini prendere la metropolitana Linea B in direzione Laurentino  e scendere alla fermata Circo Massimo per poi risalire a piedi fino all’Aventino.

COSA VEDERE NELLE VICINANZE

Giardino degli Aranci

Circo Massimo

Terme di Caracalla

Bocca della Verità

Roseto Comunale

COSA E DOVE MANGIARE

In zona non sono presenti ristoranti o bar (a parte dei costosissimi venditori ambitati) quindi vi consigliamo di non arrivare nell’orario dei pasti.

BORGO PIO

A pochi passi dalla Basilica di San Pietro si trova il caratteristico Borgo Pio, una piccola isola pedonale che mantiene intatto il fascino di una Roma perduta e che vale la pena visitare.

Consigliamo di andarci nel tardo pomeriggio sera, quando la folla dei turisti che la mattina affollano la zona, comincia piano piano a scemare.

La strada collega via di Porta Castello a via di porta Angelica.

Percorretela tutta  e godetevi ogni piccolo particolare, dalle madonelle nelle edicole (quella all’angolo con vicolo del Campanile è creduta da molti miracolosa) alla particolare fontanella che sorge isolata al centro della piccola piazza del Catalone.

COME RAGGIUNGERLO

Da piazza San Pietro, passando sotto il colonnato in direzione Piazza Risorgimento all’altezza dell’entrata alla città del Vaticano girare a destra.

Dalla stazione Termini prendere la metropolitana Linea A in direzione Battistini e scendere alla fermata Ottaviano- San Pietro, attraversare Piazza Risorgimento e poco prima del colonnato di Piazza San Pietro girare a sinistra.

COSA VEDERE NELLE VICINANZE

Piazza San Pietro

Castel Sant’Angelo

Musei Vaticani

COSA E DOVE MANGIARE

La zona è piena di ristoranti turistici più o meno economici, paninoteche, gelaterie e pizzerie al taglio.

  • In questa zona è possibile mangiare dell’ottimo pesce al ristorante DA BENITO E GILBERTO A VICOLO DEL FALCO (prenotazione obbligatoria).